fotogriPhonografando al freddo

di fotogriPhone
21 gen 2013

Paola, fotogriPhone, e i complessi di inferiorità.

Più il blog è diventato grande e letto nel mondo (perché è così: ogni giorno abbiamo un minimo di 500 visitatori e circa 1500 pagine visitate, anche nei -lunghi- periodi in cui non pubblichiamo nulla!), meno mi sono sentita degna di pubblicare mie foto. I fotografi mobili nel mondo sono ormai tanti, uno più geniale dell’altro: cosa ci sto a fare io tra di loro?

Una promessa che faccio a me stessa, buon proposito per l’anno appena iniziato: riappropriarmi del mio blog, che non è -ricordi?- solo recensioni di app fotografiche.

Dai, Paola: puoi ancora pubblicare le foto che scatti tu, soprattutto se ci trovi qualcosa di interessante. Come questa immagine pseudovintage che, suggerisce qualcuno, potrebbe, anzi, vorrebbe avere come soggetto il Golden Gate.

Molto più economicamente testimonia una breve uscita fotografica sull’argine del Po, al freddo umido padano, dopo le prime nevi, attraversato in quel punto da un metanodotto.

App usate: Simply B&W, ScratchCam.



3 Commenti a fotogriPhonografando al freddo

Avatar

suprandr

gennaio 21st, 2013 at 17:24

Supporto appieno, sei bravissima! :)

Avatar

simon

gennaio 22nd, 2013 at 08:51

confermo, ottime le tue foto… e ottimo anche il blog :-)

Avatar

mauro ballabeni

gennaio 22nd, 2013 at 13:15

Hai tutto il mio sostegno, ma certamente NON ne hai nessun bisogno! In questi ultimi due/tre anni molto è cambiato nella MobileArt o iPhoneography che dir si voglia e il tutto ora ha un identità diversa e stratificata. Io stesso me ne allontano e riavvicino continuamente ma ciò che alla fine salvo è anche il “valore” delle persone. Per questo ti leggo/guardo sempre con molto piacere… :-)
Ben ritrovata ^^

Inserisci il tuo commento