Tutorial: fotografare Paesaggi con l’iPhone

Qualche consiglio

di fotogriPhone
12 feb 2013

La fotografia di paesaggio trova nell’iPhone e nella sua fotocamera grandangolare un valido mezzo. Chiaro che molte foto da urlo sono fatte con attrezzatura superprofessionale, cavalletti, e possibilmente scattate all’alba in modo da trovare la luce più bella possibile, magari dalla cima di una montagna… Comunque, freddo a parte, l’inverno è un ottimo periodo per scattare foto ai paesaggi, sia per varietà di condizioni atmosferiche, che per la luce: quando c’è, il sole è più basso sull’orizzonte in tutte le ore del giorno, le ombre sono più lunghe e difficilmente una foto risulterà piatta.

la luce e la nebbia dell'inverno aiutano a creare atmosfera

Così, ho pensato di condividere qui alcuni consigli per la composizione e l’editing degli scatti di paesaggio.

Quante volte è capitato di emozionarsi davanti ad un panorama: ci si trova immersi in paesaggi incredibili e, dopo aver scattato, si rimane delusi perché assolutamente “la foto non rende l’idea di com’è bello“. Questo succede di solito per tre motivi: primo, la composizione è un po’ confusa, ci sono molti elementi e nessuno “cattura l’occhio”; secondo, la foto scattata non riesce a trasmettere la tridimensionalità dei luoghi; terzo, l’insieme dei colori non dice nulla, probabilmente il cielo sembra bianco, etc.

Vediamo allora qualche consiglio per migliorare i nostri scatti di paesaggio:

  • Comporre la foto in maniera armonica utilizzando la “regola dei terzi“, cioè suddividendo idealmente il piano dell’immagine in 9 quadranti uguali, all’incrocio dei quali trovare gli elementi di interesse. Quindi l’orizzonte coinciderà con un terzo dell’immagine (quello in alto o quello in basso);
  • Restituire profondità alla foto con qualche accorgimento, cercando di accompagnare l’occhio a riconoscere il posizionamento su più piani di distanza, inquadrando oggetti in primo piano, cornici “naturali”;
  • includere, se possibile, linee prospettiche (ad es: filari di alberi): anche queste aiutano a “leggere” il paesaggio; anche le linee curve (es. le anse di un fiume, un sentiero, etc.) attraggono lo sguardo e danno profondità;
  • includere, se possibile, elementi che rimandino a dimensioni conosciute (persone, animali), che diano la misura della scena ripresa;
  • semplificare la scena, magari cercando punti di ripresa migliori: non volere per forza fotografare tutto nello stesso scatto, ma concentrarsi su 2 o 3 elementi; se ci sono molte cose interessanti, potrebbe essere l’occasione di fare più scatti interessanti;
  • evitare come la peste, a meno che non ci siano delle ottime ragioni creative, gli orizzonti vagamente sbilenchi. Non so a voi, ma vedere una foto in cui la linea del mare punta verso il basso mi fa stare male;
  • nel caso di paesaggi urbani, fare attenzione allo skyline: cercare di includere elementi che si differenzino (campanili, grattacieli….);
  • valutare se il cielo può aggiungere valore alla scena, e decidere se dedicargli o meno un terzo dello spazio della foto. Se si è controluce non è conveniente. Magari qualche nuvola può contribuire alla composizione. Con altri tipi di fotocamere si usa il polarizzatore per esaltare cieli azzurri e contrasti. Noi possiamo agire in post produzione, magari scattando in hdr, oppure utilizzando effetti come il “drama” di snapseed (consiglio: con parsimonia);
  • aggiungere un po’ di vignettatura contribuisce ad aggiungere profondità alla scena, e diminuisce il chiarore del cielo;
  • sperimentare cose diverse… una foto di paesaggio può essere anche scattata in verticale, ad esempio, o in bianco e nero….

individuare prospettive e includere elementi chiave: cornici e figure umane

le linee curve catturano l'occhio, la vignettatura concentra l'attenzione sul centro della scena

provare l'orientamento verticale dell'inquadratura

Ridurre l'inquadratura a pochi elementi, e rendere tutto più minimale togliendo anche le informazioni sul colore

sfruttare la luce e cercare elementi emergenti nello skyline



1 Commento a Tutorial: fotografare Paesaggi con l’iPhone

Avatar

riccardo54

marzo 2nd, 2013 at 10:23

Ottimo articolo.

Seguo da poco il tuo blog e lo trovo interessante. Complimenti

Inserisci il tuo commento