Tag: ‘profondità di campo

Latte camera: finalmente uno sfocato “intelligente”

App gratuita che unisce tilt shift e blur

di fotogriPhone
30 mar 2013

Oggi vi segnalo una nuova applicazione, che probabilmente potrebbe passare inosservata, anche perché la descrizione in appstore è in giapponese -almeno, credo-: Latte Camera (gratis)

In realtà una volta installata, l’app è in inglese, e assolutamente intuitiva. Consiglio di scaricarla, tanto più che è gratis.

Cosa la distingue da tutte le numerose applicazioni di sfocato selettivo/tiltshift? La risposta è semplice, come l’app: permette infatti di saltare lunghi e complicati passaggi di post-produzione nel tentativo di rendere l’effetto sfocato più credibile. Infatti le altre applicazioni per rendere una bassa profondità di campo (o almeno, quelle che conosco io…) applicano un effetto tilt shift…

Tiltshift (€ 1,59 -> 0.79), l’ottima app per l’effetto bokeh e per la sfocatura progressiva che simula una bassa profondità di campo, sarà scontata del 50% per tutto il weekend. L’app è appena stata aggiornata alla versione 2.1 , ed è universale (cioè è progettata sia per iPhone che per iPad). Trovate la nostra recensione di una versione precedente in questo articolo.

Link AppStore: TiltShift (€ 1,59 -> 0.79)

Nuova app: Blurred

Sfocato e bianco e nero selettivi

di fotogriPhone
18 ago 2010

Blurred (€ 0,79) è una nuova applicazione per lo sfocato selettivo, compatibile unicamente con iOS4. Leggendo la descrizione, l’app sembra piuttosto simile, anche se con meno funzioni, all’ottima Blur FX, compresa la possibilità di visualizzare le parti da tenere a fuoco con una maschera rossa, ed anche la funzione di bianco e nero selettivo. Si può applicare la sfocatura oppure l’effetto movimento.

Link Appstore: Blurred (€ 0,79)

Focusoid in offerta a 0.79

Una nuova app per il tiltshift e il bianco e nero selettivo

di fotogriPhone
29 giu 2010

Focusoid (€2.39 -> 0.79), uscita da poco in AppStore, è in questi giorni in offerta a 79 centesimi.

Bisogna innanzi tutto dire che il prezzo originario di oltre 2 euro era un po’ eccessivo per una applicazione che non offre la piena risoluzione, ma uno scarsino 1024×768. Dimensioni che ormai sono da considerarsi veramente troppo limitate, anche pensando ad iPhone 4, presto disponibile anche in Italia.

Detto questo, l’applicazione non è troppo malvagia: mette insieme le caratteristiche delle app per il tiltshift, lo sfocato selettivo (per simulare l’effetto di profondità di campo, o DOF, che dir si voglia, tipico degli obiettivi per…

PhotoForge: un ottimo editor d’immagini in offerta

Gestione avanzata di curve, livelli, maschere e tanto altro

di fotogriPhone
4 giu 2010

Segnaliamo l’interessantissima offerta di oggi: PhotoForge (€ 2.39 -> 0,79), uno dei più completi editor di immagini per iPhone. Le funzioni offerte da questa applicazione sono tante e la fanno assomigliare ad una sorta di photoshop molto più dell’app prodotta da Adobe per iPhone.

Per modificare e trasformare le immagini ci sono moltissimi strumenti: pennelli (modificabili per forma e dimensioni), colori, un utile “timbro” per cancellare particolari indesiderati, un crop a proporzioni libere o preimpostate (1:1, 4:3, 2:3, 16:9), filtri ed effetti (molto utile l’autobilanciamento del bianco), ed un avanzato ed accurato sistema di curve e livelli (anche sui canali dei colori separati) per la gestione…

Nuova app: Tilt Shift Focus

Un tiltshift di scarsa qualità

di fotogriPhone
20 apr 2010

Tilt Shift Focus (€ 0.79), apparsa oggi in AppStore, è la terza app in circolazione specificamente studiata per rendere l’effetto miniatura e lo sfocato sulle immagini per simulare la profondità di campo. La terza in ordine di apparizione, ed anche nella classifica della qualità dei risultati, se non addirittura la quarta…

Le funzioni proposte, sulla carta, sembrerebbero interessanti: 4 differenti modalità di blur (lineare, bilineare, circolare e a zoom), oltre ad un pulsante per l’aumento del contrasto.

Per descrivere queste diverse modalità, l’app propone in avvio una schermata con le istruzioni su cui è possibile testare le varie funzioni: pensiero gentile ma incauto, visto…

In-quadro – fotogriPhonografia

di fotogriPhone
16 apr 2010

Ho lasciato vuoto per lungo tempo lo spazio più personale del blog, quello dedicato alle mie “fotogriphonografie”, a causa di problemi personali che mi avevano sospeso (per non dire tolto del tutto) la voglia e l’energia di scattare foto, ed ancor di più di “raccontarle”. In questo periodo ho persino infranto la regola più importante del project 365 che avevo iniziato il 1 gennaio di quest’anno con grande entusiasmo: il non interrompersi mai…

Solo ora sto ritrovando un po’ di entusiasmo, e voglio provare a raccontare una delle immagini più recenti. L’ho scattata il lunedì di Pasqua: era una gran giornata di sole dopo la pioggia…

TiltShift: effetto miniatura e bokeh su iPhone

Per simulare la profondità di campo sfocando una parte di foto

di icyThings
29 mar 2010


Oggi voglio parlarvi di TiltShift (€ 1,59).
No, non mi sono sbagliata, non manca la parola Generator alla fine. Di Tilt Shift Generator vi abbiamo già parlato decantandone le lodi come una delle migliori app di fotografia per iPhone, forse più per i suoi efficaci controlli su luminosità, contrasto, saturazione e vignettatura che per altro.
La quasi omonimia delle due applicazioni è dovuta al fatto che entrambe sono state ideate per creare lo stesso effetto, ovvero il tilt-shift, che trasforma una foto in una vera e propria miniatura applicando un’ampia e graduale sfocatura selettiva su di

iDOF: nuova app per sfocare selettivamente

Poche opzioni e risoluzione bassa

16 mar 2010

iDOF, come dice il nome stesso (dof = depth of field), in teoria servirebbe a simulare la profondità di campo in una foto su iPhone.

In pratica l’applicazione offre ben poche opzioni: dimensione del pennello e quantità di sfocatura. Con il dito si colora l’area che dovrà rimanere a fuoco, ma non c’è per esempio la possibilità di annullare una “pennellata” sbagliata nè di ingrandire l’immagine per avere una maggiore precisione.
Una volta finito di selezionare l’area si aceglie di applicare la sfocatura e finalmente si vede il risultato finale, ma non si torna indietro!

Ultima e non indifferente pecca, la risoluzione in…

AutoFocus per 2G/3G: simulare la messa a fuoco sui ‘vecchi’ iPhone

Applica un effetto sfocatura / tiltshift in fase di scatto

di icyThings
20 feb 2010

Una nuova uscita che mi ha incuriosito ha un titolo chilometrico: AutoFocus per 3G/2G (anche messa a fuoco manuale) (€ 1,59), che promette di portare l’autofocus su iPhone 3g e 2g.
“Purtroppo” avendo a disposizione un 3gs, non posso provare direttamente l’applicazione, ma uno sguardo approfondito alle immagini di presentazione dell’applicazione mi portano a pensare che il tap-to-focus sia unicamente simulato, attraverso un procedimento simile a quello di un tiltshift effettuato in fase di scatto: in pratica con il dito si seleziona il soggetto da tenere a fuoco prima dello scatto, dopo di che parte un timer (per stabilizzare l’iPhone o per iniziare ad applicare l’effetto?). La…

Sappiamo ben poco sulle caratteristiche tecniche della fotocamera integrata nell’iPhone. Apple è molto parca di informazioni a riguardo: ci dice soltanto che quella del 2G/3G è di 2 megapixel, e quella del 3Gs è di 3 megapixel con autofocus e tap to focus. Niente di più. In fondo alla maggior parte degli utenti non interessa sapere altro.
Ma a me patita di fotocamere, a me che controllo sempre tutte le specifiche prima di acquistare, un po’ di curiosità su cosa utilizzo quando faccio le foto con l’iPhone mi è venuta. Lunghezza focale? Tempi di scatto? Apertura? ISO?
Ecco qui riassunto quello che ho trovato, a fatica,…

spiraglio – fotogriPhonografia

di fotogriPhone
10 gen 2010

Camminando per le vie del centro, ho notato un antico portone di legno, dipinto con un colore verde-blu. Il portone ha le assi piuttosto sconnesse, ed è sufficiente avvicinare l’occhio per sbirciare all’interno del cortile. Sul fondo del cortile c’è un edificio, probabilmente un’antica scuderia trasformata in garage. Niente di speciale, ma ho provato comunque a sostituire al mio occhio quello dell’iphone. Ho inquadrato la scena applicando la cosiddetta regola dei  terzi per rendere armonica l’immagine; ho scelto di tenere a fuoco il particolare in primo piano (le imperfezioni dello spiraglio tra le assi del portone), in modo da ottenere l’effetto sfocato sull’edificio in fondo, anche per valorizzare…