Tag: ‘Tripod

La foto che propongo oggi è interessante non tanto dal punto di vista artistico,  quanto piuttosto per la piccola storia che racconta.

Proprio stamattina, tornando a casa dopo il lavoro, in una via del centro forse meno frequentata di altre, il mio occhio viene attratto da una ruota di bicicletta, sola soletta, assicurata con lucchetto alle grate di una cantina. Quelle inferriate antiche e arrugginite che trasmettono tanta sicurezza: ferro antico, forgiato a mano, praticamente indistruttibile… talmente indistruttibile che, se proprio vuoi fregare la bicicletta che è incatenata a qualcosa di così solido… be’, meglio smontare la ruota e prendersi il resto della bicicletta!

E’ così…

Sabato pomeriggio = ricerca di location. Da quando ho intrapreso il project365 è questa l’equazione… E così ieri, subendo un’umidità degna della Pianura Padana (forse perché Piacenza *E’* in Pianura Padana?) e un freddo siberiano (e qui posso protestare: *NON E’* affatto in Siberia!), si cammina un po’. Prima in una direzione: vento gelido in faccia. No, torniamo indietro: vento gelido in faccia. Com’è possibile? In fuga verso la macchina!

A questo punto, mi ricordo che qualche anno fa mi era capitato di entrare in un enorme palazzo costruito alla fine degli anni 70, pieno di gallerie e corridoi, che si trova proprio a…

Senza la pretesa di avere scoperto nessuna ricetta infallibile, provo a mettere nero su bianco alcuni consigli da principiante -come sono anch’io- utili per iniziare (e continuare) a produrre delle buone fotogriPhonografie.

Questa miniguida sarà composta da 3 parti:

1) app indispensabili

2) app (molto) utili

3) consigli per scatto, composizione ed editing

Il primo passo da compiere è dunque quello di procurarsi alcune app essenziali. Elenco qui quelle che per me sono indispensabili:

- shakeitphoto (€ 0.79) : per scattare delle foto in stile polaroid. E’ disponibile sul blog una recensione completa.…

Tripod (gratis, di CodeGoo) è un’applicazione gratuita che integra uno stabilizzatore (basato sull’accelerometro dell’iPhone) identico a quello incluso nella “sorella maggiore” Camera Genius. Indispensabile per evitare il mosso in condizioni di scarsa luminosità, o se stiamo scattando in una posizione scomoda che non ci permette di tenere la mano sufficientemente ferma. Funzionamento elementare: si inquadra, si mette a fuoco il soggetto, si tocca il pulsante dello scatto e, quando l’accelerometro percepisce che l’iPhone è fermo, l’immagine viene catturata e salvata automaticamente (alla massima risoluzione) nel camera roll dell’iPhone. L’applicazione è molto semplice (non c’è nessuna impostazione da modificare o personalizzare) ma efficace: fa una…